Se la pandemia ha lasciato un’eredità preziosa è l’attenzione che abbiamo imparato a rivolgere all’igiene che, ormai lo sappiamo, è base assoluta di buona salute. 

Abbiamo imparato a conoscere da vicino igienizzanti nelle più svariate formule, gel, spray, salviette umidificate, così come abbiamo familiarizzato con l’ozono, tornato per una volta alla ribalta per qualcosa di diverso dal “buco”.
È un gas naturale che, grazie al suo grande potere ossidante permette una sanificazione oltre 200 volte più efficace di qualunque tipo di sanificazione tradizionale. 

In Italia il Ministero della Sanità ha riconosciuto il sistema di sanificazione con l’ozono come “presidio naturale per la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore”. 

Da lì, cavalcando il momento storico, è stato tutto un proliferare di dispositivi generatori di ozono. Peccato che alla fine dei conti ciò che si è generata è stata solo una gran confusione. 

Perché una cosa sono gli apparecchi elettromedicali certificati, altra- tutt’altra- sono gli apparecchi domestici. Come dire, una cosa è la scienza, altra è il commercio. 

L’ozono è un gas, si parla di presidio naturale perché, a differenza di altri prodotti per la sanificazione che rilasciano residui tossici e dannosi nell’ambiente, decade più o meno rapidamente in relazione alla temperatura e poi si trasforma di nuovo in ossigeno.
Affinché un dispositivo generatore di ozono sia uno strumento efficace per disinfettare, igienizzare e sanificare ambienti, prodotti, alimenti, deve essere implementato secondo rigorosi principi scientifici, approvato da un comitato tecnico di esperti, certificato dagli enti ufficiali del settore e utilizzato solo previa formazione con determinati protocolli. 

L’Istituto San Celestino, con la collaborazione di Cerebro®, startup di dispositivi neuroscientifici che ha “prestato” laboratorio e parte del team, ha implementato 3 dispositivi elettromedicali.

Ozon 5000 professional, il dispositivosviluppato per uso aziendale che quindi può essere utilizzato in ambito sanitario, nell’industria chimica e farmaceutica, nel settore pubblico, alimentare e alberghiero.Viene rilasciato con apposita certificazione che ne attesta la qualità di efficienza e sanificazione, rispondente ai criteri imposti per legge.

Ozon One, il sistema di ozonizzazione dell’acqua pensato per uso personale, di dimensioni ridotte è compatto e di facile utilizzo. 

Ozon 2000 Home, progettato per uso domestico, per la disinfezione degli ambienti interni, purificare l’aria da polvere, batteri, muffe e acari.

Per scoprire i protocolli messi a punto dall’Istituto San Celestino® visita il sito dedicato

https://ozon.cerebrosrl.it

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Consent Management Platform by Real Cookie Banner